Vino Dolce Vin Santo del Chianti

La Castellina La Castellina

Castellina in Chianti (SI)

La “Fattoria La Castellina” prende origine dagli antichi possedimenti della famiglia Squarcialupi, che si estendevano intorno all’antico borgo medievale di Castellina in Chianti. Oggi è proprietà della famiglia Bojola –Targioni, che con grande impegno e passione ha trasformato la realtà … continua

Altezza vigneti: 500 m s.l.m.
Viti per ettaro: 5.000
Tipo di terreno: mediamente argillosi, ricchi di scheletro, con sabbie di galestro ed alberese
Esposizione vigneti: Sud
Uvaggio: Malvasia del Chianti; Trebbiano Toscano
Uva per ettaro: 100 quintali
Resa in vino: 35%
Bottiglie per anno: 3.000

Caratteristiche & Abbinamenti
Vinificazione e affinamento: Vendemmia tardiva manuale, scegliendo i grappoli e disponendoli in cassette per garantirne l'integrità. Le uve vengono poi stese su graticci in un locale areato, dove avviene l'appassimento naturale, per 2-3 mesi, con conseguente concentrazione degli zuccheri. Segue pressatura soffice, chiarifica del mosto e fermentazione direttamente in caratelli di rovere o castagno. Il vinsanto invecchia per almeno 3 anni nei caratelli sigillati con ceralacca, posti in un locale sottotetto, soggetto a sbalzi termici. Le variazioni di temperatura causano più volte blocco e riavvio della fermentazione, protraendola per mesi. Raggiunto un elevato tenore in alcol, il processo si arresta definitivamente, con un certo residuo zuccherino.
Esame visivo: Ambrato.
Esame olfattivo: Intenso, con note spiccate di frutta passita, accompagnate da sentori di noce e ginepro.
Esame gustativo: Denso, con note di frutta secca e marmellata di mele cotogne.
Servizio: Servire a temperatura di 16-18°C, in calice a tulipano.
Abbinamenti: Dessert, cantucci, frutta secca, formaggi freschi come il pecorino.
Altezza vigneti: 500 m s.l.m.
Viti per ettaro: 5.500
Tipo di terreno: mediamente argillosi, ricchi di scheletro, con sabbie di galestro ed alberese
Esposizione vigneti: Sud
Uvaggio: Sangiovese 100%
Uva per ettaro: 80 quintali
Resa in vino: 35%
Bottiglie per anno: 1.500

Caratteristiche & Abbinamenti
Vinificazione e affinamento: Vendemmia tardiva manuale, scegliendo i grappoli e disponendoli in cassette per garantirne l'integrità. Le uve vengono poi stese su graticci in un locale areato, dove avviene l'appassimento naturale, per 2-3 mesi, con conseguente concentrazione degli zuccheri. Segue pressatura soffice, chiarifica del mosto e fermentazione direttamente in caratelli di rovere o castagno. Il vinsanto invecchia per almeno 4 anni nei caratelli sigillati con ceralacca, posti in un locale sottotetto, soggetto a sbalzi termici. Le variazioni di temperatura causano più volte blocco e riavvio della fermentazione, protraendola per mesi. Raggiunto un elevato tenore in alcol, il processo si arresta definitivamente, con un certo residuo zuccherino.
Esame visivo: Rosso-ambrato, con sfumature aranciate.
Esame olfattivo: Aromatico, intenso, persistente. Bouquet complesso, con note di fichi secchi e miele di castagno. Sentori di rovere ber armonizzati.
Esame gustativo: Denso, ben strutturato, note di miele di castagno e frutta rossa sotto spirito con finale di mandorle tostate.
Servizio: Servire a temperatura di 16-18°C, in calice a tulipano.
Abbinamenti: Dessert, cantucci, frutta secca, formaggi freschi o semi-stagionati come il pecorino. Lo si può considerare un ottimo vino da meditazione.
© 2020
- P.IVA: 11870210017